Si gioca nel campo del mondo… anche a Pesaro!

Non solo le nazioni europee si battono nei grandi campi del calcio per vincere il titolo “Campione dell’Europa”. Anche a Pesaro gioca una squadra internazionale in un torneo di calcetto e si tratta di più di una coppa e denaro. Tom, che fa il servizio volontario europeo alla Croce Rossa, ha organizzato questo progetto e ha risposto ad alcune domande che gli ho fatto per capire l’idea e lo spirito che ci sono dietro.

Com’è nata l’idea del progetto?

Volevo fare il servizio volontario nella Croce Rossa soprattutto perché mi piace lavorare con i rifugiati. Circa un mese fa ho iniziato ad accompagnare i rifugiati, che arrivano a Pesaro e dintorni ai centri di accoglienza e ho visto che non fanno molto per divertirsi. Ho pensato a cosa si può fare per allietarli un po’ e dar loro dei momenti di distrazione. Finalmente mi è venuta in mente l’idea di organizzare un torneo di calcio, perché di solito i ragazzi giovani giocano a calcio con piacere e un progetto di questo tipo era facile da realizzare in collaborazione con la Croce Rossa.

Com’è organizzato e chi partecipa?

Fortunatamente, c’era già l’idea per un torneo di calcetto a Baia Flaminia organizzata della Società Sportiva Pesarese. Loro si sono occupati della pubblicità e dei campi di Baia Flaminia; la Croce Rossa, in collaborazione con la Cooperativa Labirinto, delle squadre dei rifugiati e dell’equipaggiamento. In tutto partecipano otto squadre di cui sono sei pesaresi e due formate dai rifugiati dei paesi africani. Il calcetto è un po’ diverso in confronto al calcio: si gioca con cinque persone a squadra, venticinque minuti per due tempi, su un campo più piccolo. Questa è una sfida per i ragazzi africani, perché loro sono abituati ai campi grandi dove possono correre velocemente e usare la loro energia.

cri1

Qual è il tuo compito nel progetto?

Ho avuto l’idea di creare le squadre e mi occupo della comunicazione tra i diversi organizzatori. Inoltre organizzo gli allenamenti vicino a Pesaro, soprattutto a Borgo Santa Maria. Io stesso non gioco a calcio e non so le regole, quindi sono molto contento di avere l’aiuto di Guillaume, un ragazzo che fa lo SVE a Vicolocorto. Lui organizza la parte tecnica dell’allenamento mentre io sono più responsabile della parte mentale. Provo a mantenere la motivazione e l’atmosfera è buona durante l’allenamento e anche dopo che hanno perso una partita.

Qual è il tuo obiettivo personale del progetto?

I miei obiettivi maggiori di questo progetto sono avanzare l’integrazione dei migranti nella comunità e dar loro un po’ di divertimento. I ragazzi sempre restano a casa aspettando di avere qualcosa da fare, quindi questo torneo è un’occasione di svago perché in questo momento pensano solo al calcetto. Anche è una buona possibilità per conoscersi meglio: così possono sviluppare lo spirito di squadra e la solidarietà anche tra di loro. La vittoria non importa molto: lo sport funziona come strumento di integrazione e crea una società moderna in cui non si guarda la provenienza delle persone e tutti sono uguali.

cri2

Secondo te, quali effetti positivi il progetto ha sui partecipanti e anche su di te?

Soprattutto è bello vedere che l’integrazione funziona abbastanza bene. I ragazzi non partecipano solo nel torneo di Baia Flaminia: c’era anche una camminata e un altro torneo di calcetto a Borgo Santa Maria che hanno fatto con i giovani locali. Un ragazzo africano era così coraggioso che ha chiesto a una squadra locale se fosse possibile inserirlo e loro l’hanno accettato con piacere. Anche tra i ragazzi si è sviluppata l’amicizia che crea un’atmosfera unica che anzi mi ha motivato ad iniziare a giocare a calcio. Questa gioia della vita e la gratitudine dei ragazzi mostra che non si ha bisogno di molto per regolare la felicità. Il loro sorriso mentre giocano a calcio dimenticando il mondo è impagabile.

Vera

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s